Vai a sottomenu e altri contenuti

Carta d'identità - rilascio, modifica e dichiarazione donazione degli organi

La carta di identità è un documento di identificazione ai fini di polizia e chi la richiede è tenuto a dimostrare la propria identità personale. Viene rilasciata dopo rigorosi accertamenti sulla identità della persona richiedente, da eseguirsi, ove sia necessario, a mezzo degli organi di polizia.

Scadenza
  • Per i minori di 3 anni la carta d'identità vale 3 anni
  • Per i minori di età compresa fra i 3 ed i 18 anni: 5 anni
  • Per i maggiorenni: 10 anni
Validità per l'espatrio

La Carta d'Identità viene rilasciata valida per l'espatrio, purché l'interessato dichiari di non trovarsi nelle particolari condizioni che per legge impediscono il rilascio del passaporto. Sulla Carta d'Identità valida per l'espatrio non compare nessuna dicitura particolare; al contrario, nella Carta d'Identità non valida per l'espatrio compare la dicitura: ''non valida per l'espatrio''. Anche se tra i Paesi che hanno aderito al trattato di Schengen (Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Lussemburgo, Belgio, Olanda. Germania, Austria) normalmente non vengono fatti controlli alle frontiere, è bene comunque avere con sè un documento valido per l'estero. La Carta d'Identità consente l'espatrio nei seguenti Paesi:

  • Austria, Belgio, Cipro, Croazia, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Gibilterra, Grecia, Irlanda, Islanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Monaco, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria;
  • Egitto (la carta deve avere validità residua di tre mesi dalla data di ingresso; si consiglia di portare con sè due fototessere per il visto);
  • Marocco, Tunisia, Turchia (solo per chi vi si reca con viaggio organizzato);
  • Romania, (solo per un soggiorno inferiore ai trenta giorni);
  • Bosnia-Erzegovina, Estonia, Lituania, Lettonia, Montenegro (si consiglia però di portare il passaporto, con validità residua di tre mesi per la Lettonia).

Gli accordi internazionali fra l'Italia e gli altri Paesi possono cambiare.

Prima di partire è consigliabile:

  • contattare l'URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) della Questura;
  • visitare il sito della Questura;
  • visitare il sito Viaggiare Sicuri;
  • informarsi presso i Consolati esteri in Italia.
Quando si rinnova
  • Alla scadenza: a partire dal 180° giorno prima della scadenza.
  • A discrezione dell'interessato per cambiamento dei seguenti dati: residenza e stato civile.
  • Per smarrimento o furto: occorre fare la denuncia presso la Questura o i Carabinieri conoscendo il numero del documento, che può essere richiesto all'Anagrafe.
  • Per deterioramento: occorre portare all'Anagrafe la Carta di Identità deteriorata, oltre alla documentazione richiesta per il rilascio.
  • Per cambiamento dei seguenti dati personali: nome, cognome, data e luogo di nascita, acquisizione della cittadinanza italiana.
Donazione degli organi

A partire dal 1° dicembre 2016 il Comune di Ussassai sarà collegato a tutti gli effetti al Centro Nazionale Trapianti; sarà quindi possibile, per i cittadini maggiorenni, al momento del rilascio o del rinnovo della carta di identità, presso l'Ufficio Anagrafe, dichiarare la propria volontà o meno all'iscrizione al Registro Nazionale Trapianti. La scelta effettuata dal cittadino non comporta l'apposizione di alcuna specifica dicitura sul documento di identità. L'Ufficio Anagrafe provvederà ad inviare apposita comunicazione, in via telematica, al Centro Nazionale Trapianti. La scelta espressa non è irrevocabile.

Se si cambia idea, anche molto tempo dopo aver fatto la carta d' identità, si comunica tale scelta all' Ufficio Anagrafe, che provvederà ad inviare al Centro Nazionale Trapianti la nuova volontà del cittadino in modo tale che sia sempre registrata l'informazione più aggiornata.

Requisiti

Residenza nel comune. Per gravi e comprovati motivi (non turistici) la residenza non è richiesta, ma in tal caso occorre il nulla-osta del comune di residenza. In caso di carta d’identità valida per l’espatrio, quindi solo per cittadini italiani: immunità dalle condizioni che, per legge, impediscono il rilascio del passaporto.

Costi

5,42 €

Normativa

  • Regio Decreto 06.05.1940, numero 635, articoli 288 - 294.
  • Legge 18.02.1963, numero 224.
  • Decreto del Presidente della Repubblica 30.12.1965, numero 1656.
  • Legge 21.11.1967, numero 1185.
  • Legge 04.04.1977, numero 127.
  • Decreto del Presidente della Repubblica 06.08.1974, numero 649.
  • Legge 28.02.1990, numero 39, articolo 6.
  • Legge 15.05.1997, numero 127.
  • Art. 3 comma 8 bis del D.L. 30 dicembre 2009, n. 194, convertito con modifiche dalla Legge 26 Febbraio 2010, n. 25.
  • Provvedimento del 4 giugno 2015 [4070710]. Parere positivo del Garante per la volontà di donare gli organi sulla carta d'identità.

Documenti da presentare

  • due fotografie formato tessera, recenti, a capo scoperto, uguali tra di loro;
  • carta d'Identità ancora valida (se esiste), che va sempre riconsegnata all'Ufficio;
  • oppure un documento di riconoscimento in corso di validità, e cioè non scaduto;
  • oppure, se l'interessato non possiede documenti, occorre la presenza di due testimoni maggiorenni, anche parenti del richiedente, che abbiano un documento di riconoscimento valido;
  • Richiesta di rilascio del foglio di accompagno (per l'espatrio del minore di 14 anni accompagnato da persone diverse dai genitori)
    allegare la fotocopia della carta di identità del minore e la fotocopia di un documento di identità dei genitori e dell'accompagnatore
    di norma le firme sulla richiesta devono essere autenticate, dopo di che la richiesta viene inviata al commissariato.
  • Restituire la precedente carta d'identità, anche se deteriorata, o l'eventuale relativa denuncia di furto/smarrimento presentata agli organi di polizia. La restituzione o la denuncia sono dovute anche qualora la precedente carta d'identità fosse già scaduta.
  • Esibire un documento di identità o equipollente, per l'identificazione dell'interessato qualora questi non sia conosciuto dal funzionario che rilascia il documento.
  • in caso di furto o smarrimento, copia e relativa fotocopia della denuncia presentata all'Autorità di Pubblica Sicurezza.

Solo nei casi di furto, smarrimento o deterioramento di una Carta d'Identità ancora valida e rilasciata dal Comune è possibile avere una Carta nuova senza bisogno di produrre un documento di riconoscimento o di essere accompagnato da testimoni.

Occorre rendere le dichiarazioni previste nell'apposito modulo. In particolare, qualora l'interessato intenda chiedere il rilascio di una carta d'identità valida per l'espatrio, dovrà dichiarare di NON trovarsi nelle particolari condizioni che, per legge, impediscono il rilascio del passaporto.

I minori di anni 18 devono presentarsi allo sportello accompagnati da:

  • in caso di carta di identità valida per l'espatrio (non riguarda i cittadini stranieri): entrambi i genitori per identificare l'interessato e firmare il consenso per l'espatrio;
  • in caso di carta di identità NON valida per l'espatrio: almeno un genitore per identificare l'interessato.

Il funzionario che rilascia la carta d'identità deve necessariamente vedere la persona a cui il documento di riferisce.

L'interessato, se ha compiuto i anni 12, deve firmare la carta d'identità. Per coloro che non sono in grado di firmare, nello spazio riservato alla firma si apporrà la scritta: «impossibilitato a firmare».

Incaricato

Mauro Serrau

Tempi interni

Immediato

Tempi complessivi

Emissione Immediata

Note

Se un cittadino, per motivi di salute, è impossibilitato a presentarsi all'Anagrafe, può richiedere di usufruire dei ''Servizi Anagrafici a Domicilio''.

Una persona maggiorenne dovrà recarsi all'Anagrafe con la documentazione richiesta e firmare una richiesta in cui dichiara l'esistenza dell'impedimento, dopodiché un incaricato si recherà al suo domicilio per consegnare la Carta e raccogliere le firme.
I dati relativi a cognome, nome, luogo e data di nascita, cittadinanza, stato civile e residenza contenuti nella Carta d'Identità, se ancora validi, possono essere utilizzati dall'interessato nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni (o dei gestori di pubblici servizi) per comprovare la propria posizione; in questo caso le Pubbliche Amministrazioni (o i gestori di pubblici servizi) non possono richiedere certificati attestanti i dati contenuti nel documento.

È utile sapere che...

In caso di cambio di residenza la carta d'identità non deve essere rinnovata né aggiornata. Idem in caso di cambio di professione, stato civile o altri dati che nulla hanno a che fare con l'identificazione della persona (circolare Prefettura di Modena del 30.9.1992, n. 1760/92).

Nel documento viene omessa l'indicazione dello stato civile - coniugato o stato libero - salvo specifica richiesta dell'interessato, (circ. Min. interno 13.9.1996, n. 09605006-15100/4571) e la professione (circolare Prefettura di Modena 21.11.2005, n. 0016409/2005/Area 2).

La carta d'identità non viene plastificata al fine di non vanificarne le caratteristiche antifalsificazione e anticontraffazione (circolare Min. interno n. 559/C.3028.1298 del 23/02/1994).

Per i maggiorenni la carta di identità è valida come documento per l'espatrio, purché gli stessi dichiarino di non trovarsi nelle condizioni ostative al rilascio del passaporto di cui all'articolo 3 della legge n. 1185 del 1967 (secondo uno stampato che viene fatto compilare al richiedente). Per i minori e per gli interdetti, invece, può essere resa valida per l'espatrio con l'assenso, rispettivamente, di entrambi i genitori o del tutore i quali, a tal fine, dovranno sottoscrivere la dichiarazione di cui sopra.

I soggetti inabili impossibilitati a recarsi presso gli sportelli comunali possono chiedere che un funzionario comunale si rechi presso il loro domicilio dove saranno espletate le formalità e rilasciato il documento finale.

Con la carta d'identità valida per l'espatrio, il minore che ha compiuto 14 anni può espatriare senza essere accompagnato. Il minore di 14, invece, deve essere accompagnato da almeno un genitore. In tal caso, è opportuno che i genitori si muniscano di documentazione idonea a comprovare la potestà sul minore. Se l'accompagnatore è persona diversa dai genitori, servirà invece il documento di autorizzazione per ottenere il quale i genitori o chi ne fa le veci si rivolgeranno direttamente al commissariato. Non è necessario chiedere il rilascio del certificato di nascita o del documento di accompagnamento al momento del rilascio della carta di identità. Al contrario essi dovranno essere chiesti solo al momento dell'espatrio.

A richiesta, sull'ultima facciata della carta d'identità cartacea rilasciata a minore di 14 anni può essere apposto il nome dei genitori o di chi ne fa le veci.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Donazione di Organi - Una scelta in Comune Formato pdf 83 kb
Locandina Formato pdf 3328 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto